lunedì 27 giugno 2016

Il diavolo innamorato


Ma se il diavolo, invece di sbriciolare il linguaggio e il pensiero come fa quando consegna il cervello alla schizofrenia, di lui se ne innamora? Bel guaio davvero.
Bel guaio quando un complesso autonomo della psiche si travasa intero nell’anima, dando alla mente l’impressione di essere oggetto del suo desiderio. Vaneggiare la vita sarà cosa garantita.
Inutile negarlo. Il processo individuativo non è per tutti. Occorrono una spinta e talenti particolari per andare oltre il piano naturale e cercare un superiore piano di verità. Inoltre occorre saper sostenere una quota più o meno grande di solitudine spirituale.

Dal libro di Carla Stroppa, “Il doppio sguardo di Sophia. L’eterno femminino e il diavolo nella vita e nella letteratura”

Un viaggio dentro se stessi attraverso la bellezza della lettura, un’occasione per ripensarsi attraverso lo sguardo di chi vede oltre, un piacere da condividere con chi sa ascoltare e persino capire.


9 commenti:

  1. Facile innamorarsi di un angelo portatore di luce. A prescindere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Facile forse innamorarsi. Difficile rimanere innamorati , non pensi Fabiano?

      Elimina
    2. A me piace crederci comunque...

      Elimina
  2. Facile innamorarsi di un angelo portatore di luce. A prescindere.

    RispondiElimina
  3. Si' certo. Ma sai che non e' cosi'

    RispondiElimina
  4. Si' certo. Ma sai che non e' cosi'

    RispondiElimina