sabato 11 giugno 2016

Pelle di luna, fianchi di miele


Il Tempo è un maledetto scherzo.
Un’illusione, un capriccio, una trappola vischiosa che ti cattura, risucchiandoti e sputandoti fuori da te stesso con la velocità di un proiettile o la lentezza di una piuma.
Chi stabilisce la durata di un momento importante? L’intensità di un’emozione? La profondità di un sentimento?
L’inesorabile scorrere delle ore non sempre corrisponde allo scorrere del tempo interiore. I momenti di passione dilatano lo spazio, si espandono nel cervello, si gonfiano nell’animo…penetrano nella pelle che si fa crema, vulnerabile al sospiro più lieve, permeabile al brivido più impalpabile.
E così, le vittime privilegiate d’innocenti trasgressioni condivise, chiuse dentro una cornice di poche ore, percepiscono il mondo esterno come un punto minuscolo, un evanescente ricordo, catapultato lontano nel tempo e nello spazio. 
Dentro la cornice, invece, l’eternità dell’attimo. Un rincorrere infinito di istanti, tessuti di sguardi, di desideri, di seduzioni, di carezze, di baci…di silenzi. Fino al delirio dell’estasi, anelato, sofferto, conquistato.
E quando tutto è sottosopra e pare essere sul punto di tracollare scaraventandoti senza fiato in un vertiginoso pozzo di languore, ecco una voce che lentamente sale e rimbalza dall’utero al cervello, come una frusta di seta. Mai più il silenzio dopo quella voce ma un’eterna eco che ti possiede, che rompe le regole, che lacera la cornice e scivola dentro, mescolando definitivamente eternità e caducità.
“pelle di luna, fianchi di miele”, sussurra danzando sottopelle, al ritmo del cuore.

Allora, se il Tempo è un maledetto scherzo, giochi pure con i suoi capricci. Tanto può bastare un attimo per fermare le ore. E cancellare per sempre la parola “fine”.

10 commenti:

  1. Piacevole pensare a un attimo infinito...

    RispondiElimina
  2. Piacevole pensare a un attimo infinito...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si . Meglio viverlo però ...

      Elimina
    2. Sicuramente. Mi viene da pensare all'orgasmo cosmico di W. Reich. Perche' forse quel momento infinito e' tale anche nella dimensione non solo temporale ma anche spaziale.

      Elimina
    3. Sicuramente. Mi viene da pensare all'orgasmo cosmico di W. Reich. Perche' forse quel momento infinito e' tale anche nella dimensione non solo temporale ma anche spaziale.

      Elimina
    4. Petite morte. Come sempre mi indovini Fabiano.

      Elimina
    5. Come sempre cogli il centro come la freccia dell'arco zen. Perche' comunichiamo solo in ore notturne?

      Elimina
    6. La notte é complice della verità . Ma Fabiano possiamo scambiare pensieri anche alla luce del sole, se vuoi.

      Elimina
    7. Come sempre cogli il centro come la freccia dell'arco zen. Perche' comunichiamo solo in ore notturne?

      Elimina
  3. Ma Fabiano possiamo scambiare pensieri anche alla luce del sole, se vuoi....

    RispondiElimina